Ita/Eng/Gre/Fra/Deu
News
Bureau Bas Smets per XDGA
Il paesaggista belga Bas Smets (Bureau Bas Smets) racconta la sua prima impressione dell’area di progetto e le strategie messe a punto con Xaveer De Geyter Architects per il masterplan di UCBM. Un progetto scandito dal progetto di paesaggio come modalità identitaria e di sviluppo dell’università e dei suoi spazi pubblici. (Intervista del 16 luglio 2018)
 
Bas Smets, Bureau Bas Smets: “Mi chiamo Bas Smets e sono un architetto paesaggista di Bruxelles, faccio parte del team di Xaveer De Geyter Architects per il progetto del nuovo campus. La cosa che forse mi ha colpito di più è l'immensità del sito di progetto, quasi un centinaio di ettari di cui quasi la metà è la riserva naturale…così abbiamo guardato al paesaggio come a un modo di creare una nuova identità, organizzare le funzioni e supportare lo sviluppo per fasi di questo nuovo campus. E così abbiamo proposto di piantare subito, fin dall'inizio, mille e cinquecento alberi, così che questi alberi possano creare una massa, un microclima da sfruttare successivamente per creare nuovi spazi pubblici. L’idea di fondo è proprio utilizzare il paesaggio come un modo per dare una nuova identità a questa grande area.”
CONDIVIDI
 
 
Segui on line le attività di Ucbm
Questo Sito Web utilizza Cookies di terze parti. Leggi l'informativa oppure Chiudi